Il Blue Whale che salverà la politica e l’Italia

Del Blue Whale si conosce tutto, o quasi. Ma se le 50 regole fossero applicate a categorie di persone, diciamo, meno fragili e più in vista?  Ecco il prontuario delle 50 regole del Blue Whale Politik, cucito su misura di senatori e deputati della Repubblica Italiana. Così le regole della balena blu salveranno l’Italia. Incidetevi sulla mano col il rasoio “sincerità” e inviate una foto al curatore. Alzatevi alle 4.20 del mattino e guardate video di Piero e Alberto Angela che il curatore vi invia direttamente. Tagliatevi il braccio con un rasoio lungo le vene, ma non tagli troppo profondi. … Continua a leggere Il Blue Whale che salverà la politica e l’Italia

#whatsappdown: i primissimi casi clinici

Whatsapp in crash. Come gli utilizzatori hanno preso – pare bene- l’interruzione temporanea del servizio di messaggistica istantanea. Complottista. Putin ha attaccato Trump con l’aiuto della Korea, avvisata tramite Telegram. Siccome Zuckerberg vuole candidarsi al prossimo giro, allora gli hanno clonato le password del telefono così lo spiano e per i prossimi 20 anni la Russia controlla il mondo. Stalker. è in rianimazione, segue bollettino medico. Sfigato. Oggi è la giornata mondiale della sfiga. Lui è al bar, da solo, esce con le ossa rotte da una storia d’amore con lei che lo ha piantato senza un perché. Si rifugia … Continua a leggere #whatsappdown: i primissimi casi clinici

Perchè la Pasqua, al sud, mette ansia

Non c’è solo l’ansia di Natale, al sud. Anche la Pasqua e la Pasquetta sono giorni votati all’apprensione, alla disperata corsa contro il tempo, alla tensione individuale che in un batter d’occhio diventa tensione collettiva e quindi sociale. Perché non c’è da preparare e affrontare solamente l’infinito pranzo della domenica, ma anche il pranzo a sacco del lunedì successivo di Pasquetta. La coda alla cassa del supermercato, già dal sabato, lascia presagire una due giorni di cibo no stop. Il mental coach che hai ingaggiato dopo il pranzo di Natale 2016 ti ha preparato per 4 mesi, due ore al … Continua a leggere Perchè la Pasqua, al sud, mette ansia

I motivi per scegliere un uomo dell’est (della Puglia)

Che macello la Perego! Ha sciorinato la lista dei motivi per cui è consigliabile scegliersi una donna dell’est  scatenando un putiferio. Tanto che le hanno addirittura chiuso il programma: “Parliamone Sabato”, su RaiUno. Io invece voglio seguire l’esempio della presentatrice: ecco i motivi per scegliere un uomo dell’est. Ma dell’est della Puglia.  I MOTIVI PER SCEGLIERE UN UOMO DELL’EST (DELLA PUGLIA) Un uomo dell’est della Puglia vive sul mare e per questo non avrai mai problemi per le vacanze perché, male che vada, il Ferragosto lo passi in Paradiso tra il Gargano, Polignano a Mare, Ostuni, Torre dell’Orso o Otranto. … Continua a leggere I motivi per scegliere un uomo dell’est (della Puglia)

5 motivi per cui le donne meritano di essere subalterne all’uomo

La parità dei sessi è una battaglia a punti. Giulio Cesare, Einstein, Gandhi da una parte, nella squadra blu; Rita Levi Montalcini, Evita Peron e Anna Frank dall’altra, nella squadra rosa. Ci sono però alcuni motivi fondamentali per cui le donne non riusciranno mai a vincere la sfida infinita col sesso forte. Esistono 5 motivi – o 5 atteggiamenti- che relegheranno per sempre la donna in condizione giustamente subalterna rispetto all’uomo. Ad iniziare dall’uso dei social. Prendiamo ad esempio la giornata tipo dell’8 marzo. Culi e tette a profusione, sguardo ammiccante e scollatura da capogiro in un primo piano conturbante. … Continua a leggere 5 motivi per cui le donne meritano di essere subalterne all’uomo

Quando la preoccupazione della commessa sfruttata è il sorriso di Melania Trump

Dev’essere dura diventare la moglie del miliardo più potente d’America. Ne sono convinti gli italiani che, giustamente, vivendo una realtà appagante e piena di opportunità, si dilettano nell’efficace impresa di guardare con apprensione ciò che succede gli Stati Uniti d’America e trovano pure il tempo di provare compassione per Melania Knavs, moglie del nuovo presidente USA. Così (soprattutto) la venticinquenne precaria simpatizzante di sinistra (o di destra, of course), che impiega la sua laurea in sociologia nel centro commerciale di Abbiategrasso dove ha trovato occupazione come commessa a 800 euro al mese e in nero, aggredisce l’orco Donald Trump che … Continua a leggere Quando la preoccupazione della commessa sfruttata è il sorriso di Melania Trump